Legacoop Emilia Ovest
Monti nominato presidente Alleanza cooperative Emilia-Romagna. Co-presidenti Milza e Grossi
28 maggio 2018
Dopo due anni di presidenza di Francesco Milza, presidente di Confcooperative Emilia- Romagna, questo pomeriggio il Comitato Esecutivo dell’Alleanza delle Cooperative Emilia-Romagna ha conferito il mandato a Giovanni Monti, presidente di Legacoop Emilia-Romagna. Milza e l’omologo di AGCI Mauro Grossi assumono il ruolo di co-presidenti.
«Tre temi principali ci hanno visto impegnati in questo biennio di coordinamento – ha dichiarato Francesco Milza -. Il primo è il rapporto con le Istituzioni, che abbiamo intensificato soprattutto con la Regione attraverso il Patto per il lavoro, l’accordo sul rafforzamento dell’autonomia regionale e l’attività della Consulta della Cooperazione, mentre con l’Anci abbiamo sottoscritto un protocollo per mettere il sistema cooperativo a disposizione degli amministratori. In secondo luogo, il proficuo rapporto con le organizzazioni sindacali ha portato alla firma di due protocolli: quello per promuovere la cooperazione e quello contro la violenza alle donne sui luoghi di lavoro. Infine, abbiamo fatto passi in avanti nella costruzione dell’Alleanza in regione, consapevoli che per raggiungere questo obiettivo necessario, non si possa prescindere da una definizione a livello nazionale dei nodi strategici».
«Assumo questo incarico in un periodo denso di sfide per le comunità, i cittadini e le cooperative – ha detto il presidente Giovanni Monti – nel quale vogliamo rafforzare la ripresa economica e allargare il numero degli occupati. Grazie al lavoro di noi tutti e, in particolare, grazie al buon operato della presidenza di Francesco Milza, affrontiamo questa fase difficile con la forza che deriva da una larga unità di intenti e dal patrimonio di fiducia che unisce le nostre associazioni. L’Emilia-Romagna, assieme a Lombardia e Veneto, traina la ripresa dell’Italia. Ci auguriamo che il nuovo Governo, se nascerà, voglia confermare gli impegni presi per dotare il territorio delle infrastrutture intermodali indispensabili alla crescita, investa nei settori strategici della nostra economia e tuteli il lavoro di qualità, anche con il varo della proposta di legge popolare contro le false cooperative».
«L’Alleanza delle Cooperative dell’Emilia-Romagna è ora una realtà solida, riconosciuta come interlocutrice dalle forze sociali e nei contesti istituzionali – ha ricordato il co-presidente Mauro Grossi –. Il nostro lavoro deve essere sempre più indirizzato a realizzare l’Alleanza nei territori, nei settori, tra le cooperative. È un lavoro di lungo respirto che richiede impegno e capacità di ascolto da parte di ognuno di noi. Quello della piena unità associativa è un traguardo che vogliamo raggiungere e che siamo certi di potere raggiungere».